Geniale deriva dal latino genius, dal verbo genere, generare, creare e s'intende quella speciale attitudine naturale atta a produrre opere di importante rilevanza artistica, scientifica, etica o sociale. Nel corso dei secoli, la parola genio ha assunto significati e valenze molto diverse. Oggi i dizionari moderni definiscono la genialità associandola all'inclinazione, al talento, alla predisposizione per qualcosa, a una dote eccezionale, alla creatività e all'inventiva.

Tale disposizione naturale può anche essere portata alla luce con l'educazione, ma difficilmente può essere trasmessa ad altri. Eppure oggi molti personaggi famosi definiti "geniali" hanno avuto successo nonostante il cattivo rapporto con la scuola. Perché? Cerchiamo di capire insieme come interpretare il fenomeno.

Alcuni di loro molto probabilmente avrebbero potuto frequentare Università, altri hanno abbandonato la scuola  per la loro situazione,  altri perché il tipo di intelligenza che possedevano non era stata riconosciuta dal sistema. L’abbandono della scuola non è l'unica cosa che hanno in comune, perché ognuno di loro ha trovato un modo per imparare e lavorare per qualcosa raggiungendo risultati assolutamente imprevedibili dai lori insegnanti 

Albert Einstein

Albert Einstein 

Nominato  dalla rivista Time " Man of the Century ", Albert Einstein era "Einstein" a scuola. Il fisico premio Nobel ha abbandonato la scuola a quindici anni decidendo di continuare i suoi studi  un anno dopo, Einstein sostenne con esito negativo  l'esame di ammissione per il prestigioso Istituto Federale Svizzero di Tecnologia: successivamente tornò al liceo, ottenne il suo diploma e poi passò l’esame di ammissione all’università solo dopo il secondo tentativo.  Einstein non ha parlato fino all'età di quattro e non ha letto fino all'età di sette anni, i suoi insegnanti e genitori pensavano che era mentalmente handicappato, lento e anti- sociale.


Richard branson

 Sir Richard Branson

Sir Richard Branson , è un miliardario uomo d'affari self-made. Ha fondato Virgin Atlantic Airways, Virgin Records, Virgin Mobile, e più recentemente, una società di turismo spaziale per fornire viaggi suborbitali nello spazio a chi se li può permettere. Affetto da dislessia, Branson abbandonato la scuola all'età di 16, ha iniziato la sua prima attività imprenditoriale di successo, pubblicando la rivista Student. 


Bill Gates

Bill Gates

Co-fondatore del gigante del software Microsoft, Gates è stato per numerosi anni la persona più ricca al mondo. L'imprenditore ha abbandonato Università americana  dopo aver letto un articolo sul microcomputer Altair nella rivista Popular Electronics. Lui e il suo amico Paul Allen hanno progettato Micro Soft (poi cambiato in Microsoft) per scrivere software per l'Altair. Attualmente La Bill & Melinda Gates Foundation si impegna a garantire che tutti gli studenti negli Stati Uniti hanno l'opportunità di ricevere un alto livello d’istruzione e di qualità.   


Steve Jobs

Steve Jobs

Jobs  abbandonò il corso di studi ufficiali del Reed College dopo sei mesi e trascorse i successivi 18 mesi invece a girovagare  nelle classi "creative", tra cui un corso di calligrafia. In maniera singolare continuò a frequentare le lezioni al Reed mentre dormiva sul pavimento o nelle stanze dei suoi amici, mangiando gratuitamente in una chiesa locale. Molto più tardi disse "Se non avessi mollato e partecipato a quel singolo corso di calligrafia al college, il Mac non avrebbe mai gestito caratteri differenti o font spaziati in maniera proporzionale" . 


 

"Possiamo concludere che solo in una scuola "inclusiva" gli alunni "geniali" possono trovare posto.

Una scuola che attua un processo di apprendimento-insegnamento mettendo l'alunno al centro e facendolo diventare protagonista attivo della costruzione della propria conoscenza; che promuova la riflessione sui contenuti e sui processi cognitivi (memoria, attenzione, comprensione ecc. ) usati per apprendere; che tenga conto dei tempi di sviluppo e di apprendimento di ognuno e che ragioni in termini di potenzialità e non di disturbi.

Grazie della vostra preziosa attenzione!

Staff- ScuolaSocial